Associazione Nazionale di Pazienti. Fare informazione per creare consapevolezza
FEDERAZIONE ITALIANA ASSOCIAZIONI ENDOMETRIOSI: INVITO MAI PERVENUTO!

Carissime/i sostenitrici/ori dell’A.P.E. onlus, un paio di settimane fa abbiamo ricevuto la segnalazione, da parte di una volontaria della nostra Associazione, di  un “fantomatico” invito mai pervenuto,  a partecipare ad una federazione di associazioni per l’endometriosi.

Abbiamo voluto approfondire l’argomento ed effettivamente nel sito dell’associazione AIE di Nerviano è possibile leggere la notizia a caratteri cubitali, e sembrerebbe cosa fatta, dell’invito a partecipare alla federazione.
Badate bene: non a costituire insieme a tutte le altre associazioni citate in oggetto, così come sarebbe consono ed opportuno, bensì partecipare ad un organismo di fatto già costituito o in via di costituzione.

Crediamo che l’iniziativa, seppur lodevole, abbia mancato di alcuni elementi fondamentali:
il trovarsi tutte insieme riunite allo stesso tavolo per discutere della fattibilità della federazione, dei punti da concordare per stilare un documento programmato e concertato INSIEME, per scegliere magari anche il logo (cosa che invece è già fatta), stabilire i contatti tra di noi e poi procedere a dare voce a reti unificate (come si suol dire) alla nascita della federazione.
In questo modo sembra più il frutto di un’operazione di facciata che non di effettiva volontà di collaborazione con tutte le associazioni citate, come invece l’A.P.E. auspica e si augura avvenga.

E’ stato inviato da parte nostra via mail, un documento a tutte le associazioni di volontariato ed a tutte le sigle mediche coinvolte dall’AIE nella “sua” federazione.
Come sempre per chiarezza, limpidezza ed onestà intellettuale, pubblichiamo il documento così come è stato inviato alle associazioni di PAZIENTI che operano sul territorio nazionale.
Al momento non  è pervenuta alcuna risposta in merito da parte di nessuna delle associazioni coinvolte, ma la nostra volontà di collaborazione è forte e sentita!

Vi lasciamo alla lettura del documento e se le associazioni coinvolte volessero contattarci, così come richiesto nel nostro documento, possono farlo in qualsiasi momento all’indirizzo mail: apeonlus@email.it

Marisa Di Mizio – presidente A.P.E. onlus
unitamente al Consiglio Direttivo

Allegati


  1. BRAVA ha detto il 7 marzo 2011

    Speriamo arrivino chiarimenti….

  2. Serena ha detto il 7 marzo 2011

    Una bella tavola rotonda…bello davvero sarebbe….speriamo

  3. Cinzia ha detto il 8 marzo 2011

    “percorso concreto, leale e costruttivo concordato da tutte
    le parti in causa”..
    .. spero non resti soltanto un’utopia. E spero soprattutto che arrivino presto i doverosi riscontri.

  4. Deborah ha detto il 9 marzo 2011

    Speriamo di ricevere presto un riscontro a quanto sopra….

  5. Serena ha detto il 10 marzo 2011

    Una curiosità: siamo l’unica associazione tra quelle elencate a non aver ricevuto l’invito?

  6. simmi67 ha detto il 11 marzo 2011

    Era arrivata anche a me la mail, e mi era sembrata troppo strana per essere vera.

  7. lussi ha detto il 11 marzo 2011

    Serena, curiosità legittima: a quanto sembra si: siamo le uniche a non aver ricevuto nulla! Al momento, non abbiamo ricevuto riscontro alcuno alla nostra proposta. Siamo fiduciose, come sempre 🙂

  8. Serena ha detto il 11 marzo 2011

    …il nostro solito c..o, eh???

  9. Che strano….!! Come si fa a proporre una iniziativa che coinvolge più associazioni senza che rappresentati delle stesse si siano trovate vis a vis per dicuterne? Eppure le associazioni sono tante e lavorano seppur per gli stessi intenti con sfumature talvolta anche consistenti! Trovare delle linee comuni è auspicabile ma non semplicissimo…Prima di dare un annuncio del genere, uno o più incontri srabbero stati davvero auspicabili!! Boh!…

Lascia una risposta

Ti devi essere autenticato per postare un commento.